MASGI MASTER IN SISTEMI DI GESTIONE INTEGRATI QUALITÀ, AMBIENTE, ENERGIA E SICUREZZA a Roma

SEDE CORSO O MASTER

Sede corsi Roma - Roma (RM)

DURATA

100 ore - 12 giorni

DATE

dal 6 aprile 2019 al 19 giugno 2019

ENTE ORGANIZZATORE

ISTUM – Istituto di Studi di Management TUTTI I CORSI/MASTER DELL'OPERATORE

Con 4 Corsi Auditor Riconosciuti AICQ-SICEV.

ISO 9001:2015 - ISO 14001:2015 - ISO 45001:2018 - ISO 50001:2018

Il Master MASGI è il percorso formativo più completo a livello nazionale per i prestigiosi riconoscimenti e titoli accreditati che lo caratterizzano nonchè per le ampie possibilità di spendibilità lavorativa nel mondo dei Sistemi di Gestione Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza ed è il primo e "unico" master in italia che qualifica come QHSE Integrated System Responsible con riconoscimento AICQ-SICEV n.174.

All'interno del Master MASGI sono inclusi i 4 corsi per "Lead Auditor 40 ore" (Auditor Interno ed Esterno) Qualità, Ambiente, Sicurezza ed Energia (24h) Accreditati AICQ-SICEV (accreditato da Accredia, firmatario degli accordi IAF MLA, secondo la UNI CEN EN ISO/IEC 17024:2012 e quindi riconosciuti a livello internazionale) n.91, 92, 117 e 232" e la formazione erogata in tema di Sicurezza è inoltre valida come Aggiornamento RSPP multiateco fino a 24 ore.

Il master MASGI, inoltre, è l'unico master a livello nazionale che rilascia la qualifica di QHSE Integrated System Responsible (ric. AICQ-SICEV n.174), fondamentale per poter spendere le proprie competenze in modo concreto per ricoprire il ruolo del QHSE e HSE Manager, ovvero i ruoli più ambiti e ricercati nel mondo dei sistemi di gestione integrati qualità, ambiente, energia e sicurezza. Tale qualifica, inoltre, permette l'iscrizione all'unico registro nazionale dei QHSE e rappresenta un concreto elemento di "esclusività" di cui gode tale percorso formativo che è il primo ed unico a livello nazionale.

MASGI Istum

Calendario

Il Master di Alta Formazione in Sistemi di Gestione Integrati per la Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza, si svolge in formula week-end (6 sabati e domeniche accoppiati) per consentire la fruizione del percorso formativo sia a coloro che sono già occupati lavorativamente che a coloro che desiderino svolgere la propria formazione fruendo della comodità della formula week-end. 

La durata complessiva del master è di 100 ore (suddivise in 12 giornate da 8 ore + 1 giornata di 4 ore dedicata all’esame finale per la convalida delle competenze). 

Gli orari di lezione sono i seguenti: dalle ore 09.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30.

I destinatari del master di Alta Formazione in Sistemi di Gestione Integrati per la Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza di ISTUM, sono:

- dipendenti d’azienda e /o aziende che desiderino formare i propri collaboratori;

- laureati prevalentemente in: ingegneria, economia, biologia, architettura, geologia, tecniche della prevenzione negli ambienti e nei luoghi di lavoro, scienze ambientali, giurisprudenza, chimica, farmacia e medicina alla ricerca di un corso di alta formazione, riconosciuto ad accreditato, in tema di ISO 9001:2015, ISO 14001:2015, ISO 45001:2018 e ISO 50001:2018;

- diplomati con un’esperienza tecnica nel settore della qualità e/o ambiente e/o sicurezza e/o energia (formazione hse, formazione qhse, ruolo hse/qhse o ruolo nei sistemi di gestione) di almeno 2 anni certificabile dal curriculum vitae;

- professionisti che abbiano già frequentato un corso ISO 9001, oppure un corso ISO 14001, o un corso OHSAS 18001 e ISO 45001, intenzionati ad acquisire competenze integrate sui sistemi di gestione in conformità a tali nome ISO;

- consulenti e/o liberi professionisti intenzionati ad ampliare il bagaglio dei servizi offerti ai propri clienti;

- Responsabile del Sistema Qualità, Responsabile Ambientale, Responsabile Sicurezza;

- HSE Manager, QHSE Manager; HSE Supervisor; HSE Specialist; HSE Integrated System Responsible, Responsabile HSE, Coordinatore HSE;

- Lead Auditor/Valutatore Interno ed Esterno Qualità ISO 9001:2015, Ambiente ISO 14001:2015 e Sicurezza OHSAS 18001:2007  e ISO 45001:2018 presso aziende clienti, fornitori o terze parti;

- Lead Auditor Sistemi di Gestione per l'Energia ISO 50001:2018;

- Progettista e consulente di sistemi di Gestione per la Qualità ISO 9001:2015, per l’Ambiente ISO 14001:2015 ed Energia ISO 50001:2018, per la Sicurezza OHSAS 18001:2007 e ISO 45001:2018 e di Sistemi di Gestione Integrati Qualità, Ambiente e Sicurezza;

- Responsabile della gestione degli aspetti ambientali ed energetici di un’azienda;

- Eco Manager, RSPP, ASPP;

- Certificatore Qualità ISO 9001:2015, Certificatore Ambientale ISO 14001:2015, Certificatore Sicurezza OHSAS 18001:2007 e ISO 45001:2018;

- Analista e Consulente sugli aspetti e impatti ambientale;

- Analista e Consulente relativamente all’identificazione e classificazione dei rischi per la sicurezza dei lavoratori;

- Personale Interno o Esterno degli Organismi di Certificazione;

- Consulente per la gestione e l’ottimizzazione dei processi aziendali; 

- Un novero consistente di altre posizioni sia come libero professionista che dipendente sia per aziende private che pubbliche.

Introduzione alla norma UNI EN ISO 9001:2015 

La famiglia delle norme ISO 9000 

Norma ISO 9000:2015 (termini e definizioni) 

Norma ISO 9004:2009 

Gli Schemi di Certificazione e Gli Enti di Certificazione

Accredia: ruolo e autorità;

Aspetti salienti che impattano sulla release 2015.

La struttura di Alto Livello (HLS)

Contesto dell’Organizzazione (4., 4,1, 4.2, 4.3, 4.4 ISO 9001:2015)

Impostazione di un Sistema di Gestione per la Qualità: elementi di valutazione iniziali

Comprensione dell’organizzazione e del suo contesto.

Comprensione delle aspettative delle parti interessate; determinazione del campo di applicazione del sistema di gestione per la qualità e dei relativi processi.

 

Leadership

Leadership e impegno (par.5.1 ISO 9001:2015)

Focalizzazione sul cliente (par.5.1.1 ISO 9001:2015)

Definizione e comunicazione della Politica della Qualità (par. 5.2 ISO 9001:2015)

Inquadramento delle responsabilità all’interno dell’organizzazione (par. 5.3 ISO 9001:2015)

 

Pianificazione e Risk Based Thinking

Il concetto di Risk Based Thinking;

Riferimenti alla ISO 31000:2009, ISO 31010, ISO 14971.

Strumenti per l’analisi del rischio: FMEA, FMECA.

Cenni al Business Continuity Management System (ISO 22301:2012) e alla sostenibilità economica (ISO 10014 e 55001).

Azioni per affrontare il Rischio e Opportunità (par. 6.1 ISO 9001:2015);

Obiettivi per la Qualità e Pianificazione per il loro raggiungimento (par. 6.2 ISO 9001:2015);

Pianificazione delle Modifiche (par. 6.3 ISO 9001:2015)

 

Processi di Supporto (Cap. 7 ISO 9001:2015)

Processo di individuazione delle risorse quali “persone”, “infrastrutture” e “ambiente per il funzionamento dei processi” (par. 7.1 ISO 9001:2015) 

Risorse per il monitoraggio e la misurazione (par. 7.1.5 ISO 9001:2015)

Focus sulla Competenza e Consapevolezza del personale (par. 7.2/7.3 ISO 9001:2015 e Rif. ISO 10018);

Processo di Comunicazione (par. 7.4 ISO 9001:2015);

Gestione, creazione e aggiornamento e controllo delle “informazioni documentate” (par. 7.5 ISO 9001:2015)

 

Attività Operative (Cap. 8 ISO 9001:2015)

Pianificazione e controllo operativo (par. 8.1 ISO 9001:2015);

Requisiti per i prodotti e servizi (par. 8.2 ISO 9001:2015);

Progettazione e Sviluppo di prodotti e servizi (par. 8.3 ISO 9001:2015); 

Gestione delle forniture/Acquisti e Outsourcing, Qualifica dei fornitori (par. 8.4); 

Focus sull’Outsourcing e sulla catena di fornitura e rischi connessi (rif. Annex A);

Tenuta sotto controllo produzione ed erogazione dei servizi, identificazione e rintracciabilità, proprietà del cliente, preservazione, post-consegna (par. 8.5 e 8.6 ISO 9001:2015);

Controllo degli output non conformi (par. 8.7 ISO 9001:2015)

 

Valutazione delle prestazioni (Cap.9 ISO 9001:2015)

Monitoraggio, Misurazione , Analisi e Valutazione dei Processi, Soddisfazione del cliente (par. 9.1 ISO 9001:2015);

Focus sulla soddisfazione del cliente con riferimenti alle norme ISO 10001, 10002, 10003, 10004;

Attività connesse all’Audit Interno (par. 9.2 ISO 9001:2015);

Riesame della Direzione (par. 9.3 ISO 9001:2015)

Miglioramento (Cap.10 ISO 9001:2015)

Attività connesse alla gestione del non conformità, azioni correttive e miglioramento continuo (par. 10.1, 10.2, 10.3 ISO 9001:2015)

 

Legislazione Ambientale;

Breve focus sulla legislazione ambientale connessa all’applicazione della norma ISO 14001:2015

Focus sul d.lgs. 152/2006; 

Certificazione UNI EN ISO 14001 e convalida dichiarazione EMAS

Definizione di Sistema di Gestione Ambientale e EMAS;

La struttura della Norma UNI EN ISO 14001:2005.

Suddivisione della norme in punti e modalità operative

La famiglia delle Norme ISO 14000;

 

Requisiti generali di un Sistema di Gestione Ambientale ai sensi della norme ISO 14001:2005: Definizione e comprensione del “Contesto”

Comprensione dell’organizzazione e del contesto rilevante per un’organizzazione al fine di conseguire i risultati del SGA (par. 4.1 ISO 14001:2015); 

Comprensione delle esigenze e delle aspettative delle parti interessate al SGA (par. 4.2 ISO 14001:2015);

Determinazione del campo di applicazione del SGA (par. 4.3 ISO 14001:2015);

Sistema di Gestione Ambientale (par. 4.4 ISO 14001:2015);

 

Leadership

Leadership e impegno (par. 5.1 ISO 14001:2015);

Politica Ambientale (par. 5.2 ISO 14001:2015);

Ruoli, Responsabilità e autorità (par. 5.3 ISO 14001:2015);

 

Pianificazione

Azioni per affrontare rischi ed opportunità (par. 6.1.1 ISO 14001:2015);

Definizione Aspetti Ambientali e obblighi di conformità (par. 6.1.2 e 6.1.3 ISO 14001:2015);

Connesse attività di pianificazione del SGA (par. 6.1.4 ISO 14001:2015);

Definizione, pianificazione e modalità di raggiungimento degli obiettivi del SGA (par. 6.2 ISO 14001:2015);

 

Processi di Supporto (Cap. 7 ISO 14001:2015)

Processo di individuazione delle risorse quali “persone”, “infrastrutture” e “ambiente per il funzionamento dei processi” (par. 7.1 ISO 14001:2015) 

Risorse per il monitoraggio e la misurazione (par. 7.1.5 ISO 14001:2015)

Focus sulla Competenza e Consapevolezza del personale (par. 7.2/7.3 ISO 14001:2015 e Rif. ISO 10018);

Processo di Comunicazione (par. 7.4 ISO 14001:2015);

Gestione, creazione e aggiornamento e controllo delle “informazioni documentate” (par. 7.5 ISO 14001:2015)

Attività Operative (Cap. 8 ISO 14001:2015)

Pianificazione e controllo operativo (par.8.1 ISO 14001:2015);

Preparazione e risposta alle emergenze (par.8.2 ISO 14001:2015);

 

Valutazione delle prestazioni (Cap.9 ISO 14001:2015)

Monitoraggio, Misurazione , Analisi e Valutazione dei Processi (par. 9.1 ISO 14001:2015);

Attività connesse all’Audit Interno (par. 9.2 ISO 14001:2015);

Riesame della Direzione (par. 9.3 ISO 14001:2015)

Miglioramento (Cap.10 ISO 14001:2015)

Attività connesse alla gestione del non conformità, azioni correttive e miglioramento continuo (par. 10.1, 10.2, 10.3 ISO 14001:2015)

 

I Sistemi di Gestione dell’Energia secondo la ISO 50001

La norma ISO 50001 e i principi della Gestione dell’energia. 

Requisiti della norma ISO 50001: Requisiti di un SGEn, Attuazione e funzionamento del SGEn, Verifica del SGEn. 

Guida all’applicazione dei requisiti della ISO 50001.

 

Legislazione settore Sicurezza: Panorama normativo

D.lgs 81/08 e S.M.I.;

Check list legislativa settore sicurezza;

Sistema di Gestione per la Salute e La sicurezza dei Lavoratori;

Organigramma del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP, RLS, etc);

Modulo valido come aggiornamento RSPP (multiateco) in riferimento agli accordi Stato-Regioni vigenti;

 

Requisiti Generali di Un Sistema di Gestione per la Salute e la Sicurezza par. 4.1 ISO 45001:2018

La struttura della norma ISO 45001:2018

Approfondimento della norma per punti;

Il Sistema di Gestione per la Sicurezza tra d.lgs. 81 e ISO 45001:2018

Benefici e vantaggi competitivi;

La figura del HSE e QHSE Specialist e Manager; 

L'operatività connessa al ruolo dell'HSE Manager;

 

Requisiti generali di un Sistema di Gestione per la Salute e Sicurezza dei lavoratori ai sensi della norma ISO 45001:2018: Definizione e comprensione del “Contesto”

Comprensione dell’organizzazione e del contesto per un’organizzazione al fine di conseguire i risultati del SGSSL (par. 4.1 ISO 45001:2018);

Comprensione delle esigenze e delle aspettative delle parti interessate al SGSSL (par. 4.2 ISO 45001:2018);

Determinazione del campo di applicazione del SGSSL (par. 4.3 ISO 45001:2018);

Sistema di Gestione per la Salute e Sicurezza dei Lavoratori (par. 4.4 ISO 45001:2018);

Leadership

Leadership e impegno (par. 5.1 ISO 45001:2018);

Politica per la Sicurezza (par. 5.2 ISO 45001:2018);

Ruoli, Responsabilità e autorità nell’organizzazione (par. 5.3 ISO 45001:2018);

Consultazione e partecipazione dei lavoratori (par. 5.3 ISO 45001:2018);

 

Pianificazione

Identificazione dei pericoli e valutazione delle azioni per affrontare rischi ed opportunità (par. 6.1.2 ISO 45001:2018);

Determinazione degli aspetti legali ed altri requisiti (6.1.3 ISO 45001:2018);

Connesse attività di pianificazione del SGSSL (par. 6.1.4 ISO ISO 45001:2018);

Pianificazione per il raggiungimento degli obiettivi del SGSSL (par. 6.2 ISO 45001:2018);

Processi di Supporto (Cap. 7 ISO 45001:2018)

Risorse del SGSSL (par. 7.1 ISO 45001:2018)

Focus su Competenza e Consapevolezza (par. 7.2/7.3 ISO 45001:2018)

Processo di Comunicazione (par. 7.4 ISO 45001:2018);

Gestione, creazione e aggiornamento delle “informazioni documentate” (par. 7.5 ISO 45001:2018);

 

Attività Operative

Pianificazione e controllo operativo, eliminazione dei pericoli e riduzione dei rischi (par.8.1.1 e 8.1.2 ISO 45001:2018);

Gestione del cambiamento e Approvvigionamento (par. 8.1.3 e 8.1.4 ISO 45001:2018);

Preparazione e risposta alle emergenze (par.8.2 ISO 45001:2018);

Valutazione delle prestazioni e Miglioramento

Monitoraggio, Misurazione , Analisi e Valutazione dei Processi (par. 9.1 ISO 45001:2018);

Audit Interno (par. 9.2 ISO 45001:2018);

Riesame della Direzione (par. 9.3 ISO 45001:2018)

Attività connesse alla gestione delle N.C., A.C. e miglioramento continuo (par. 10.1, 10.2, 10.3 45001:2018)

 

Auditor di Sistemi di Gestione Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza.

La Norma ISO 19011:2018

Analisi della struttura e delle finalità

Inquadramento della struttura normativa della serie ISO/IEC 17000

I Principi di un Programma di Audit;

Definizione obiettivi;

Attuazione dell’audit;

Monitoraggio e riesame del programma;

Realizzazione di un Audit;

Tecniche di Intervista;

Le Evidenze oggettive;

Le relazioni interpersonali e la comunicazione;

Le liste di riscontro;

Le non conformità e le osservazioni;

Le azioni correttive e preventive;

Preparazione dei rapporti;

La riunione di chiusura;

Attività conseguenti all’Audit;

Competenze degli Auditor;

Requisiti e Qualificazione;

Modalità di Mantenimento delle competenze;

 

Simulazione di un audit Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza ai sensi della norma UNI EN ISO 19011:2018

Laboratorio pratico con i partecipanti suddivisi in gruppo per realizzare un gruppo di audit e un team aziendale sottoposto a verifica

Scientific Director:  Dott. Flavio Stella

Technical Director QHSE Division: Dott. Massimiliano D'Ambrosio

 

Copyright "ISTUM – Istituto di Studi di Management"

RICHIEDI INFORMAZIONI

© 2001-2019 CorsiDiFormazione.it Tutti i diritti riservati. Termini d'uso | Privacy | Cookie Policy
Media Proxima srl - Sede legale: Corso Massimo d'Azeglio 8 - 10125 Torino